La Scuola elementare Paolo Scerni

La Scuola elementare Paolo Scerni di Libbiano ha sempre avuto la sua sede nell’edificio che ora fa angolo col Circolo e vi si accedeva da un portone, ancora esistente, che dava sulla grande terrazza. Prima che fosse costruito il nuovo Circolo (inaugurato nel 1969, come ci assicura Vasco), questa terrazza dava a strapiombo verso il Fienanale (i ripidi campi posti a nord-est, con vista di Pomarance). La scuola era intitolata a Paolo Scerni e ricordiamo le lettere cubitali fissate sulla facciata della scuola che la rendevano ancora più ufficiale e importante.

Giovannella: “L’ambulatorio era sotto una parte della terrazza dell’attuale Circolo e una volta a settimana ciascun dottore veniva a Libbiano… C’era il dottor Enzo Merlini, che era nato nel 1904, poi venne anche il dottor Mario Palla, medico della mia famiglia; tutt’e due abitavano a Pomarance.
L’ambulatorio, in quel momento, si trovava al piano terra sotto l’edificio scolastico, sotto la terrazza: c’era un garage (il proprietario era Nadir, gestore del negozio di alimentari in Piazzetta) dove ci mettevano dei camion… e forse anche la C.A.T ., il pullman che collegava Libbiano con Pomarance e Larderello.
All’estrema sinistra, accanto a questo garage, c’era l’ambulatorio dove, nei giorni addetti, si alternavano i dottori. Per rendere meglio l’idea devo dire che l’ambulatorio era dove ora c’è la dispensa del ristorante. Al posto dell’attuale Circolo, tra lo stabile della scuola e la casa della Quirina, non c’era nulla se non un campetto oppure un orto.
Mi sono trasferita a Larderello nel ’57 e la scuola elementare era ancora a Libbiano.”

la scuola paolo scerni di libbiano
Molti libbianesi di fronte alla Scuola Paolo Scerni di Libbiano

La Scuola elementare di Libbiano ha sempre avuto la sua sede nell’edificio che ora fa angolo col Circolo e vi si accedeva da un portone, ancora esistente, che dava sulla grande terrazza. Prima che fosse costruito il nuovo Circolo (inaugurato nel 1966 come ci assicura Vasco), questa terrazza dava a strapiombo verso il Fienanale (i ripidi campi posti a nord-est, con vista di Pomarance). La scuola elementare era intitolata a Paolo Scerni e ricordiamo le lettere cubitali fissate sulla facciata della scuola che la rendevano ancora più ufficiale e importante.

Giovannella: “L’ambulatorio era sotto una parte della terrazza dell’attuale Circolo e una volta a settimana ciascun dottore veniva a Libbiano… C’era il dottor Enzo Merlini, che era nato nel 1904, poi venne anche il dottor Mario Palla, medico della mia famiglia; tutt’e due abitavano a Pomarance.
L’ambulatorio, in quel momento, si trovava al piano terra sotto l’edificio scolastico, sotto la terrazza: c’era un garage (il proprietario era Nadir, gestore del negozio di alimentari in Piazzetta) dove ci mettevano dei camion… e forse anche la C.A.T., il pullman che collegava Libbiano con Pomarance e Larderello.
All’estrema sinistra, accanto a questo garage, c’era l’ambulatorio dove, nei giorni addetti, si alternavano i dottori. Per rendere meglio l’idea devo dire che l’ambulatorio era dove ora c’è la dispensa del ristorante. Al posto dell’attuale Circolo, tra lo stabile della scuola e la casa della Quirina, non c’era nulla se non un campetto oppure un orto.
Mi sono trasferita a Larderello nel ’57 e la scuola elementare era ancora a Libbiano.”

Vanna: “Ti posso dire che quando ho frequentato la prima elementare a Libbiano, anno 58/59, la scuola aveva due aule, una delle quali fu poi trasformata in ambulatorio. Si chiamava Scuola Elementare Paolo Scerni. Una maestra era Margherita, l’altro insegnante cambiava di anno in anno.
Nel ’59 io con la mia famiglia ci trasferimmo a Montecerboli e ancora la Scuola di Libbiano era funzionante.
In un primo tempo forse c’era una sola aula; quando andai a scuola io c’erano due aule più un ingresso.
Il Circolo in piazza me lo ricordo anch’io, nella prima stanza c’era la sala con la TV, non so in che anno l’hanno messa, prima si andava a vederla in casa di don Ceccanti, Graziella (una sorella, ndr) a volte mi racconta.
Al Circolo mi ricordo che c’era Elsa.”

Luciana: “La scuola era proprio così, la ricordo bene. I miei genitori (Feo e la Tardina) presero la gestione del Circolo, allora in piazza Cavalcanti, dopo Elsa… quando non ricordo benissimo… ricordo però che dopo averlo lasciato gli fu chiesto se lo potevano tenere ancora un altro anno … forse perché lo gestivano i soci o in attesa di quello nuovo?

i gestori davanti al Circolo
Tardina, Feo e Luciana seduti di fronte al Circolo in Piazza Cavalcanti

Tiziana: “Non vorrei dire una cretinata ma mi sembra di ricordare che la scuola non era pubblica, era come privata, inizialmente, ed erano collegi fondati dagli Scerni. Poi rimase il nome quando ebbero delle sovvenzioni dai Comuni.  Ce ne sono parecchie in tutta Italia. Mi sembra, ma non ci metterei la mano sul fuoco.”

Vanda (figlia della maestra Margherita, tramite sua figlia Cristina): “Per me la scuola è sempre stata pubblica e da quel che ricordo è sempre stata in quell’edificio.
Non so con certezza quando è stata istituita ma ricordo che quando ero piccola (sono del 1932) mi sono trasferita a Montegemoli con la mamma, Margherita, che faceva la maestra là; a Libbiano c’era già una maestra. La scuola di Libbiano in quel momento era costituita da un ingresso, un bagno e un locale grande.
Secondo me la seconda stanza, aggiunta di seguito, fu adibita ad ambulatorio dopo che la scuola fu spostata a Pomarance e funzionava una volta alla settimana.
Prima di Margherita c’era un’altra maestra. Per un periodo ci furono anche due maestre in contemporanea: una era Margherita e l’altra una maestra che veniva da Pisa ma era romagnola.
Margherita era di Fabbrica (paese vicino a La Sterza, ndr); si spostò per lavoro e a Libbiano conobbe Gino… e con lui si sposò.”

Vanna: “Stamani ho chiamato Iria (una delle sue sorelle, ndr): non ci sono potuta andare di persona, ma lo farò presto. Mi ha anticipato che lei ha fatto a Libbiano fino alla terza elementare perché non c’era di più, infatti lei ha finito le elementari a Pomarance dalle Suore. Poi intervenne Paolo Scerni (la famiglia Scerni, ndr) che rifece le scuole con due aule e si poté frequentare fino alla quinta elementare. Lei ha sempre avuto la maestra Margherita come insegnante. Mi ha detto anche che le scuole sono sempre state pubbliche.”

I ricordi sono come le ciliegie: uno tira l’altro. Attraverso i ricordi di molte persone abbiamo ricostruito una buona parte della storia della scuola elementare di Libbiano. Manca però una cosa: fino a che anno ha funzionato prima di essere trasferita a Pomarance?

Domanda a cui risponderemo molto presto!

S.E.&O.

Questo articolo è stato scritto grazie ai ricordi di Giovannella, Vanna, Gabriella, Iria, Luciana, Salva, Tiziana e Vanda scusandoci con le persone che involontariamente non sono qui elencate.

ragazzi sulla terrazza della Scuola
Ragazzi sulla terrazza della scuola. In piedi: Salvatore e Giacomo Vaccaro; accosciati: Marcello Cerri, Mario Benucci, ?, Rolando Costagli, Franco Poli, Paolo Bertini, Giuliano Fedeli, Alfredo Cheli, Leonardo Cerri.
Print Friendly, PDF & Email

Condividi questo articolo

I blog più letti